Quello del premier DRAGHI “è un approccio condivisibile, dal momento che Quota 100 è stato un fallimento: una finestra transitoria, iniqua e molto costosa che ha penalizzato le DONNE e i lavoratori con carriere discontinue. Ora è giusto che si vada in una direzione diversa, con un percorso di uscita graduale da quota 100”. Lo dice Antonio Misiani, responsabile economico del PD, interpellato al telefono sulle parole di DRAGHI che parlato di un superamento graduale di quota 100 per le pensioni. “Secondo noi – aggiunge Misiani – è necessario guardare anche in prospettiva, introducendo uno strumento di garanzia per i giovani, molti dei quali rischiano di avere in futuro una pensione sotto la soglia di povertà. Oltre al meccanismo generale di uscita da Quota 100 è per noi necessario anche rafforzare l’Ape sociale, estendendola ad alcune categorie come i gravosi, e prorogare Opzione donna. In questo quadro, io credo che sia indispensabile un approfondimento e un confronto con le forze di maggioranza e le parti sociali per condividere insieme la strada da seguire”.

Sezione: Politica italiana / Data: Ven 22 ottobre 2021 alle 21:00
Autore: Christian Pravatà / Twitter: @Christianpravat
vedi letture
Print