“Non trovo differenze tra quello che dicono Boccia e Provenzano e quello che dice Conte, allora gli elettori votano l’originale. A me sembra che il Pd sia un partito in profonda crisi , si sta facendo scalare dal M5S , grazie a Letta e alla sua fallimentare classe dirigente.  Si sono consegnati al “progressismo” di Conte: gli elettori riformisti di quell’area guardino al terzo polo. Nessuna nostalgia del Pd , chiaro che siamo aperti a tutti i riformisti  interessati a un progetto serio e concreto oltre le due aree populiste a destra e a sinistra . Letta si è dimostrato il miglior alleato di Giorgia Meloni, la premier deve la sua vittoria al Pd . Se il segretario dem avesse saputo costruire un progetto non facendosi guidare dal rancore personale ma dalla concretezza i risultati sarebbero stati diversi , non è stato capace di andare oltre i  personalismi . Noi faremo un’opposizione diversa, non ideologica ma sui contenuti . Siamo per cambiare radicalmente  il reddito cittadinanza , siamo stati i primi a dire che andava abolito perché ha fallito entrambi gli obiettivi che si era posto su povertà e lavoro”, così così la presidente dei senatori di Azione-Italia Viva Raffaella Paita a Coffee Break.

Sezione: Politica italiana / Data: Ven 28 ottobre 2022 alle 17:30
Autore: Redazione PN
vedi letture
Print