“Il Pd non sceglie e non scegliendo diventa responsabile della sua stessa assenza  , dimostrando di non essere all’altezza delle sfide di questo nostro tempo, dove è sempre più necessario avere le idee chiare sulla parte dove stare: opposti a un governo di destra, saldamente europeisti ed atlantisti. Non tentennanti in piazze populiste dove si intonano slogan  “fuori l’Italia dalla NATO “ , in nostalgiche riedizioni di un passato che non deve ritornare . Una colpa grave quella di Letta nell’aver ceduto alle sirene del populismo che ancora lo portano a inseguire ideologie sbagliate e senza porsi gli obiettivi più importanti per il Paese. Ora la Moratti scende in campo con il Terzo Polo e si candida a sconfiggere la destra  in Lombardia. Il Pd non si capisce che partita voglia fare alle regionali o meglio si capisce che sta continuando nel solco che lo ha condotto allo sfacelo dei risultati elettorali . Letta continua a inseguire il M5S col cappello in mano, come sta facendo nel Lazio, come ha fatto a Roma , restando muto (e fischiato ) al fianco di chi diceva : non più armi alla resistenza di Kiev. Purtroppo il Pd pare volersi incatenare alle stranezze dei grillini, inseguendo ambiguità che portano solo danni soprattutto agli italiani  . Noi siamo la vera alternativa ai populisti di destra e sinistra”, così in un post su Facebook la presidente dei senatori di Azione-Italia Viva Raffaella Paita.

Sezione: Politica italiana / Data: Lun 07 novembre 2022 alle 20:30
Autore: Redazione PN
vedi letture
Print