Il presidente dell'Emilia-Romagna, Stefano Bonaccini, ha replicato a chi gli chiedeva un commento sull'ipotesi di una sua leadership nel Partito Democratico alla trsmissione 'Agorà' su Rai 3: "Sinceramente non mi interessa la leadership credo di aver già dato una bella mano avendo vinto in Emilia-Romagna, quello che dovevo fare penso di averlo fatto. Come tanti - ha proseguito riferendosi alla sua affermazione alle ultime elezioni amministrative in Emilia-Romagna -. in questa regione, abbiamo anche dimostrato che ci può essere un centro sinistra più largo con tanto civismo dentro, con persone che non vogliono stare nei partiti ma che vogliono dare una mano a governare e non solo a protestare. Consultazioni regionali a settembre? Non so se c'è una questione settentrionale: so che in questo momento su sette regioni e due province autonome del nord l'unica in cui governa il centro sinistra è l'Emilia-Romagna, grazie a quella vittoria di qualche mese fa dove tutti pensavano io sarei stato sconfitto. Il fatto che una grande forza come il Partito Democratico in tutto il nord governi solo in Emilia-Romagna - ha concluso - credo che sia una questione che va messa nell'agenda per una prospettiva futura, anche perché in Veneto e Liguria credo sia difficile rimontare e vincere visto che si vota fra poche settimane".

Sezione: Politica italiana / Data: Mar 11 agosto 2020 alle 11:50 / Fonte: Ansa
Autore: Roberto Tortora
Vedi letture
Print