"Dopo l'incontro non positivo del primo luglio - dove la procura del Cairo non si è mostrata collaborativa sul caso Regeni decidendo di non rispondere alle
domande contenute nella rogatoria della procura di Roma - oggi registriamo un'altra decisione inaccettabile. Lascia interdetti, infatti, la decisione delle autorità egiziane di prolungare di altri 45 giorni la detenzione di Patrick George Zaky, lo studente dell'Università di Bologna detenuto da febbraio scorso con l'accusa di propaganda sovversiva. Ancora una volta siamo costretti ad evidenziare come il regime di Al Sisi dimostri poca chiarezza in tema di rispetto dei diritti umani. All'Egitto chiediamo un repentino cambio di rotta".  Lo dichiarano in una nota i deputati e le deputate del M5S in Commissione Esteri. 

Sezione: Politica italiana / Data: Lun 13 luglio 2020 alle 19:30
Autore: Camilla Galvan
Vedi letture
Print