"Ancora oggi il ministro dell'Agricoltura, Francesco Lollobrigida, si arrampica sugli specchi affermando che la Pac 'è stata scritta male', 'non ha senso strategico' e chiedendone la 'revisione'. Ma oltre alla consueta propaganda per dire che le colpe sono a Bruxelles, di cosa stiamo parlando? Qual è il pacchetto di proposte? E, soprattutto, perché il ministro non le discute nel Parlamento italiano, prima di indire inutili conferenze stampa per continuare a prendere in giro il mondo dell'agricoltura? Per tutte queste ragioni nel question time di domani chiederemo al governo come intende difendere gli interessi delle imprese agricole e il loro reddito, a partire da una più efficace attuazione della direttiva sulle pratiche commerciali sleali, dalla creazione di un osservatorio europeo sui prezzi e gli accordi di filiera. Occorre garantire al Parlamento di svolgere pienamente il suo ruolo nella definizione delle scelte relative alla nuova Pac 2023-2027, che maggiormente incideranno sul futuro dell'agricoltura italiana".

Così Stefano Vaccari, capogruppo del Pd in commissione Agricoltura e segretario di Presidenza della Camera.

Sezione: Politica italiana / Data: Mer 28 febbraio 2024 alle 00:00
Autore: Redazione PN
vedi letture
Print