“L’Italia non può essere fanalino di coda in Europa, assieme a Polonia e Ungheria, nella difesa dei diritti dei cittadini. Per questa ragione va approvato senza ulteriori indugi il ddl Zan che tutela in modo chiaro la comunità LGBTQ dagli attacchi d’odio e dalle discriminazioni che purtroppo dilagano nella nostra società. Spiace vedere che i diritti dei cittadini siano diventati oggi il terreno di scontro di una battaglia ideologica fra partiti, quando invece è proprio compito della politica dare una risposta ai problemi dei cittadini e difendere i soggetti più vulnerabili, come le vittime di omofobia. Approvando il ddl Zan l’Italia si allineerebbe, inoltre, alle grandi democrazie occidentali e indicherebbe la rotta all’Unione europea che deve puntare a diventare uno spazio, riconosciuto in tutto il mondo, libero da odio e discriminazione. Costruiamo insieme un futuro con più diritti”, così in una nota l'europarlamentare del Movimento 5 Stelle Laura Ferrara nella giornata internazionale contro l’omofobia.

Sezione: Politica italiana / Data: Lun 17 maggio 2021 alle 16:00
Autore: Christian Pravatà / Twitter: @Christianpravat
Vedi letture
Print