“Ho presentato un’interrogazione al ministro dell’Ambiente Costa per chiedere se non intenda escludere il Parco nazionale dell’Alta Murgia e quello delle Gravine, aree con straordinario valore naturalistico, ambientale e paesaggistico, con una economia centrata sul turismo e sull’agricoltura di qualità, dalle aree individuate dal Cnapi per ospitare il deposito nazionale di scorie radioattive di bassa e media entità. Le 67 aree sono state individuate senza alcuna comunicazione e coinvolgimento della popolazione e delle amministrazioni locali interessate, che hanno appreso tutto dalla stampa nazionale. In particolare, per quanto riguarda la Puglia, vi è la possibilità che il deposito di scorie nucleari venga realizzato tra il Parco nazionale dell’Alta Murgia e il Parco regionale delle Gravine, due siti di straordinario valore naturalistico, ambientale e paesaggistico. Il Parco Terra delle Gravine in cui si trova Laterza è una delle più importanti aree naturalistiche di tutta Europa. Si tratterebbe di una scelta scellerata e sbagliata. Ci auguriamo che il governo voglia rivedere le sue scelte e che avvii un più aperto e proficuo dialogo con le popolazioni e le amministrazioni interessate”.
Lo dichiara in una nota Vincenza Labriola, deputata di Forza Italia, annunciando un’interrogazione al ministro dell’Ambiente Costa.

Sezione: Politica italiana / Data: Sab 16 gennaio 2021 alle 20:30
Autore: Christian Pravatà / Twitter: @Christianpravat
Vedi letture
Print