“Grazie all'approvazione con riformulazione dell'emendamento di Forza Italia al Decreto Milleproroghe, a prima firma dell'On. Carlo Giacometto, viene esteso da 60 a 180 giorni il termine entro il quale le Regioni, gli Enti locali, nonché i soggetti portatori di interessi qualificati, possono formulare osservazioni in merito alla proposta di Carta nazionale delle aree potenzialmente idonee ad ospitare il deposito nazionale dei rifiuti radioattivi. Inoltre, si proroga da 120 a 240 giorni il termine entro il quale la SOGIN S.p.A. promuove un Seminario nazionale per le medesime finalità.

Il 5 gennaio scorso la SOGIN ha pubblicato la CNAPI, che individua in 7 regioni italiane 67 siti potenzialmente idonei per la realizzazione di un'area di circa 150 ettari che ospiterà il deposito nazionale ed il relativo il parco tecnologico. La vicenda interessa da vicino anche la Toscana, con l'indicazione tra i siti potenziali nella Cnapi delle zone di Campagnatico in provincia di Grosseto, Trequanda e Pienza in provincia di Siena. Immediato è stato il coro di protesta del mondo politico, istituzionale e associativo della Maremma e della Val d'Orcia, dato il coinvolgimento di territori di grande valore paesaggistico e naturalistico, a forte vocazione turistica e agricola di pregio, che subirebbero un danno incalcolabile in termini economici e ambientali.

Vista l’importanza e la delicatezza dell’argomento in discussione, Forza Italia si è mossa fin da subito nella direzione della dilatazione dei termini per produrre le osservazioni venendo incontro alle richieste degli Enti locali e delle Regioni, al fine di scongiurare inutili corse contro il tempo e garantire un totale e rispettoso coinvolgimento dei territori interessati”.

Lo affermano in una nota congiunta i deputati di Forza Italia, Elisabetta Ripani, Stefano Mugnai, Maurizio D’Ettore.

Sezione: Politica italiana / Data: Mar 23 febbraio 2021 alle 18:50
Autore: Christian Pravatà / Twitter: @Christianpravat
Vedi letture
Print