“Reputo assolutamente indecente che Fassina, deputato della Repubblica, inveisca, senza sapere di cosa parli, contro la Regione Umbria con autentiche fake news. È ancor più grave che lo faccia quando tutti sanno che i problemi sono causati dal precedente Governo e dal "suo" ministro della Sanità che peraltro aveva anch'esso lodato il lavoro dell'Umbria nonostante le tante difficoltà. La nostra regione nel giorno di Pasqua ha dovuto interrompere le somministrazioni perché altrimenti ad oggi non avremmo avuto le dosi Pfizer per assicurare a tutti i richiami. Basterebbe che Fassina leggesse i numeri per capire che l'Umbria ha somministrato il 98% delle dosi Pfizer a disposizione e non ne avrà altre prima di domani. Voglio sottolineare inoltre che considerando i giorni di Pasqua e Pasquetta la nostra regione risulta comunque sopra la media nazionale. Mi auguro che Fassina si occupi di più dell'attività del ministro che si sta contraddistinguendo solo per la foga di chiudere tutto e fa ben poco per far arrivare i vaccini”.

È quanto afferma in una nota Raffaele Nevi, deputato e vicepresidente del gruppo Forza Italia.

Sezione: Politica italiana / Data: Mer 07 aprile 2021 alle 18:10
Autore: Christian Pravatà / Twitter: @Christianpravat
Vedi letture
Print