Alternativa c'è è la nuova formazione politica composta da 13 dissidenti del Movimento 5 Stelle, ovvero coloro che hanno detto "no" al governo Draghi. Dopo aver ottenuto l'ok alla Camera, gli espulsi pentastellati presenteranno al Senato la domanda per la creazione della componente del gruppo Misto recante la medesima effige, la quale attualmente annovera le firme di sei senatori. Quanto al simbolo da utilizzare, l'Italia dei Valori autorizza l'uso del proprio logo confermando in tal modo la neo liason politica: "Ho detto sì a questo matrimonio", annuncia il segretario del partito Ignazio Messina.

Mattia Crucioli, ex senatore M5S, spiega la natura del partito: "ramo autonomo dell'opposizione che non si fermerà alle aule parlamentari, ma organizzerà una riscossa popolare e democratica in tutta la nostra Repubblica". Pertanto la costituzione del nuovo gruppo deve passare per Palazzo Madama, parterre dove la parte interessata deve far riferimento a una forza politica presentatasi in precedenza alle elezioni.
 

Sezione: Politica italiana / Data: Mar 23 febbraio 2021 alle 22:00
Autore: Veronica Mandalà / Twitter: @very_mandi
Vedi letture
Print