Roberto Fico, presidente della Camera, nel corso del suo intervento al convegno '1820-1821. Il Parlamento Nazionale delle Due Sicilie. Un esercizio di memoria' in corso all'Università degli Studi di Napoli Federico II, ha dichiarato: "Napoli è stata un fervido laboratorio politico, in cui le idee circolavano tra aula parlamentare, circoli e giornali finalmente liberi, attirando l'attenzione dell'opinione pubblica non solo del resto d'Italia, ma di tutta l'Europa. Credo che la nostra città e il Mezzogiorno intero - ha affermato - debbano fondare sulla consapevolezza di queste straordinarie pagine della propria storia l'avvio di un percorso forte e sostenibile di sviluppo economico, sociale e culturale. Un percorso che porti a colmare il divario inaccettabile con il resto del Paese - ha aggiunto - utilizzando pienamente tutte le migliori energie del nostro territorio e non lasciando nessuno indietro. Ciò è più che mai necessario in questa fase in cui le ingenti risorse stanziate dall'Unione europea, nell'ambito del dispositivo della ripresa - ha concluso - offrono una occasione irripetibile per attivare pienamente le straordinarie potenzialità dei nostri territori. Se funziona l'università, funziona bene il Sud, la città. La Federico II è un grandissimo ateneo, uno di quelli storici del nostro Paese. Investiamo sull'università, sulla scuola, sulla formazione - ha affermato - Faccio gli auguri al nuovo rettore, Matteo Lorito. Questo è un luogo fondamentale di democrazie e cultura. Il nuovo rettore - ha concluso - ha un compito difficile, ma importantissimo".

Sezione: Politica italiana / Data: Gio 01 ottobre 2020 alle 13:40 / Fonte: Ansa
Autore: Roberto Tortora
Vedi letture
Print