''Non sono mai stato innamorato dei condoni edilizi e la mia azione è sempre stata e sarà coerente con questa mia convinzione. L'abusivismo edilizio è una "pandemia politica" che ha contagiato tutte le aree della nazione negli ultimi 50 anni. E le responsabilità vanno ricercate a ogni livello. Quella che adesso serve è una normativa speciale, ad hoc, che rimetta ordine nella materia''. Lo dice in un'intervista a Repubblica il ministro della Protezione civile e del Mare Nello Musumeci. Sulle polemiche per il condono inserito nel decreto Morandi. ''Non mi iscrivo al partito trasversale della polemica, quando ancora si scava per il recupero dei dispersi. Tuttavia, non credo si possa legare in modo diretto e immediato la tragedia di Ischia a una singola legge o a un solo episodio parlamentare. La verità è che - condono o no - alcune di quelle case non avrebbero dovuto mai essere costruite sull'Isola. Per cogliere le responsabilità dobbiamo prendere in esame un arco di più anni: inclusi gli ultimi, naturalmente. Quanto al presidente Conte, cosa vuole che le dica? Sono contento che abbia finalmente apprezzato il disvalore dello sciacallaggio politico''. Quanto al l'istituto del silenzio-assenso, grazie a cui centinaia di autorizzazioni sono state date a case abusive, posso solo dire ''che non mi pare, in questi casi specifici, lo strumento più adatto alla tutela dell'interesse pubblico''. -

Sezione: Politica italiana / Data: Mer 30 novembre 2022 alle 09:40
Autore: Redazione Milano
vedi letture
Print