Nicola Morra, presidente commissione Antimafia, scrive su Facebook: "Quanto avvenuto ieri merita profonda riflessione e non può essere sottovalutato da chi abbia a cuore la libertà d'espressione e la responsabilità del servizio pubblico nel nostro paese. Tuttavia c'è necessità di conservare lucidità, perché quello che ora non ci si può permettere è il classico fallo di reazione, quello che si compie dopo averne subito uno gravissimo ed aver perso la testa. Ma io conservo testa e cuore sereni e nella gioia. Pertanto invito tutti a ragionare, lottando per verità e giustizia, senza però derogare al rispetto dei principi della Costituzione repubblicana. Platone ha insegnato che chi commette un'ingiustizia è sempre più infelice di chi la subisce".

Sezione: Politica italiana / Data: Sab 21 novembre 2020 alle 18:45
Autore: Ivan Filannino
Vedi letture
Print