"Siamo fermamente convinti - afferma Elisa Montemagni, Capogruppo in Consiglio regionale della Lega - che l'operazione Mps-Unicredit sia dannosa sotto vari punti di vista. In primis - prosegue il Consigliere- l'avvento di Unicredit creerebbe notevoli problemi dal punto di vista occupazionale, comportando esuberi sia nel Monte che tra i lavoratori dell'istituto acquirente. Pertanto-precisa l'esponente leghista-riteniamo doveroso ed urgente che il Consiglio regionale si occupi attentamente della complessa vicenda ed a tale scopo redigeremo una mozione in cui chiederemo, tra l'altro, di attivarsi col Governo nazionale per scongiurare i possibili e drammatici effetti che potrebbe avere la svendita di Mps ad Unicredit. Occorre, viceversa - sottolinea la rappresentante della Lega - puntare a costituire una banca del territorio che possa validamemte sostenere le piccole e medie imprese." "Non è ammissibile, infatti - conclude Elisa Montemagni- che la più antica banca del mondo, finisca miseramente per scomparire, mettendo in affanno migliaia di dipendenti e le loro famiglie".
 

Sezione: Politica italiana / Data: Ven 17 settembre 2021 alle 21:20
Autore: Redazione PN
vedi letture
Print