"Gli attacchi terroristici perpetrati dagli Houthi costituiscono una grave violazione del diritto internazionale e rappresentano una minaccia alla sicurezza dei traffici marittimi, fondamentali per la nostra economia", afferma il ministro della Difesa, Guido Crosetto, in un'intervista al Corriere della Sera. Egli sottolinea l'urgente necessità "di ridefinire completamente la nostra concezione di difesa".

"Cerchiamo di essere chiari: l'Italia, come molte altre nazioni, non può affrontare da sola questa sfida", spiega il ministro. "È essenziale coordinarsi con gli alleati, in primo luogo nell'ambito europeo. Dobbiamo organizzare forze condivise, addestramento congiunto e favorire il dialogo tra sistemi di difesa diversi al fine di integrarli. Purtroppo, siamo tra gli ultimi a riconoscere l'importanza di avere una difesa robusta, a causa di un'eredità culturale e di un diffuso 'antimilitarismo' che dobbiamo superare".

La tensione in Medio Oriente è in aumento, e Crosetto sottolinea la coerenza della posizione italiana sin dal primo giorno: "Abbiamo sempre adottato una posizione coerente, essendo i primi a fornire aiuti umanitari e ad esprimere chiarezza sul futuro di due popoli e due Stati", aggiunge il ministro.

Sezione: Politica italiana / Data: Dom 03 marzo 2024 alle 10:15
Autore: Redazione Milano
vedi letture
Print