“E’ necessario un intervento molto robusto da parte del governo per alleggerire e abbattere il più possibile l’aumento delle bollette. Il Partito democratico lo ha chiesto con forza, lo ha chiesto il segretario Letta e lo hanno chiesto tanti di noi. E’ positivo che il governo abbia assunto un orientamento favorevole in questo senso”. Lo ha detto, ai microfoni di Radio Immagina, il senatore Antonio Misiani, responsabile economico del Pd. “Lo si può fare – ha continuato Misiani – iniziando ad intervenire sugli oneri di sistema, come peraltro già nei mesi passati si è fatto. Vorrei ricordare che sulle bollette degli italiani sono caricati 14 miliardi di euro, ci sono gli incentivi sulle rinnovabili e un miliardo e mezzo per le imprese energivore, ci sono i contributi alle ferrovie dello Stato e per lo smantellamento dei vecchi siti nucleari. Ci sono insomma tanti oneri impropri che vanno spostati via via sulla fiscalità generale. E nell’immediato un intervento è possibile agendo su quelle voci. Strutturalmente – ha precisato Misiani – dobbiamo fare due operazioni: un intervento di lungo periodo di riconsiderazione stabile degli oneri generali di sistema e poi una riconsiderazione sulle rinnovabili che non è vero che in prospettiva costano di più della produzione di energia dei combustibili fossili. Tutt’altro, il costo di produzione, attraverso il fotovoltaico e l’eolico, si è molto ridotto negli anni. Puntare sulle rinnovabili non è solo una scelta molto positiva dal punto di vista ambientale, perché aiuta a ridurre le emissioni e a rispettare gli impegni presi a livello internazionale, ma puntare sulle rinnovabili abbatte la bolletta energetica e permette alle famiglie in prospettiva di risparmiare sui costi” ha concluso Misiani.

Sezione: Politica italiana / Data: Ven 17 settembre 2021 alle 11:00
Autore: Christian Pravatà / Twitter: @Christianpravat
vedi letture
Print