"La proposta di candidare l’Italia per la sede dell’autorità europea sul riciclaggio è nata su impulso e con il sostegno del Parlamento e delle associazioni dei soggetti che quotidianamente si occupano del tema e che hanno maturato esperienze e competenze. Si trattava di valorizzare il lavoro importante e originale di chi combatte il riciclaggio dalla magistratura fino ai notai e al comparto bancario. Non essere riusciti a ottenere la sede dell’autorità è per questo una sconfitta che non può essere passata sotto silenzio ma va capita e spiegata. Probabilmente la tanto sbandierata credibilità del Governo in Europa è una bufala utile solo per la propaganda ma a questo si sono aggiunti i segnali, dall’aumento della soglia dei contanti al nuovo Codice degli Appalti fino alla delegittimazione di ANAC, che forse hanno reso questo Governo meno credibile sui temi della lotta alla corruzione e al riciclaggio. Comunque l’Italia ha perso una opportunità e il Governo ne porta per intero la responsabilità”. Lo scrive su Facebook il senatore Franco Mirabelli, Vicepresidente del Gruppo PD al Senato.

Sezione: Politica italiana / Data: Sab 24 febbraio 2024 alle 10:30
Autore: Redazione Milano
vedi letture
Print