“Dai 5 stelle ennesimo attacco ai lavoratori della scuola. Non contenti dei danni alla categoria perpetrati durante il Conte II dal Ministro Azzolina, continuano ad attaccare la categoria dei docenti. Questa volta ad essere presi di mira sono gli insegnanti che hanno partecipato all'ultimo concorso da dirigente scolastico nel 2017. Un concorso, lo ricordiamo, denso di irregolarità e di denunce penali che hanno portato anche a numerosi indagati e al quale incredibilmente partecipò anche l'ex Ministro Azzolina, passando alla storia come il ministro che si auto-assunse come dirigente scolastico. Tutto con il benestare di Giuseppe Conte che fece finta di non vedere il pauroso conflitto di interessi. Non è vero -come scrivono i pentastellati- che un emendamento della Lega vorrebbe proporre una sanatoria a questa situazione. Vorremmo solo dare a chi è stato bocciato ingiustamente la possibilità di poter essere nuovamente valutato con una regolare selezione e delle regolari prove scritte e orali. Ai parlamentari grillini suggerisco di studiare meglio l'emendamento e soprattutto di andare a ripassare la storia di quel concorso che ha lacerato migliaia di lavoratori. Il M5S, alla luce delle passate polemiche, farebbe meglio a tacere”. 
Lo dichiara il deputato della Lega Rossano Sasso, capogruppo Lega in commissione Cultura, Scienza e Istruzione.

Sezione: Politica italiana / Data: Lun 23 gennaio 2023 alle 23:30
Autore: Redazione Milano
vedi letture
Print