“Anche se ci troviamo a cavallo di un cambio di maggioranza, il neo governo Draghi ha dimostrato il cambio di marcia affrontando con pragmatismo le varie situazioni che interessano le categorie economiche del settore edile. E' stata approvata infatti la proposta emendativa a mia firma relativamente al decreto legge 32/2019 (Sblocca-cantieri) che ha sospeso, fino al 31 dicembre 2020, l’operatività della norma cd. 'taglia riserve', consentendo agli operatori economici di iscrivere riserva anche su aspetti progettuali che sono stati oggetto di verifica. Conseguentemente, è stato esteso anche l’ambito di applicazione dell’accordo bonario che, quindi, in tale arco temporale, potrà avere ad oggetto anche la risoluzione di riserve iscritte su aspetti progettuali validati. Il divieto, infatti, di iscrivere riserve su aspetti progettuali validati determina una ingiustificata compressione del diritto soggettivo dell’appaltatore di far valere una domanda di maggior corrispettivo, di rimborso di spese sostenute o di risarcimento del danno, per errori non imputabili allo stesso, e che potrebbero, peraltro, dipendere anche da comportamenti illeciti dell’amministrazione. L'approvazione di questo emendamento testimonia una diversa e positiva apertura della nuova maggioranza alle tematiche della vita reale delle nostre imprese”. Lo dichiara in una nota Erica Mazzetti, deputata di Forza Italia.

Sezione: Politica italiana / Data: Mar 23 febbraio 2021 alle 14:45
Autore: Christian Pravatà / Twitter: @Christianpravat
Vedi letture
Print