"Un altro decreto che tenta di affrontare l'immigrazione. Non possiamo continuare a subire questa forma di decretazione, che non è accettata nemmeno dal Presidente della Repubblica. È una forma che fa legiferare una sola Camera e retrocede l'altra a organo ratificante. Non c'è stato neanche il tempo di dibattere e di confrontarsi. Questa prassi mortifica il ruolo del parlamento". Lo ha detto la senatrice di Italia Viva Dafne Musolino, durante le dichiarazioni di voto sulla fiducia al Decreto Migranti, annunciando il voto contrario del Gruppo. 



"Questo provvedimento incide pesantemente sui diritti dei minori non accompagnati che arrivano in Italia dopo viaggi difficili e periodi di detenzione. E anziché dare loro accoglienza, si trattengono nei centri in uno stato di sospensione dei diritti. Per accertare l'età dei minori - ha spiegato Musolino - si introduce un nuovo strumento, che non ha parametri certi. Un ragazzo può essere sottoposto a esami antropometrici e radiografici, quando i trattamenti sanitari obbligatori in Italia possono essere disposti solo in casi previsti dalle leggi. Questi esami non sono conclusivi e quindi non necessari e illegittimi". 

Sezione: Politica italiana / Data: Gio 30 novembre 2023 alle 19:30
Autore: Redazione Centrale
vedi letture
Print