“Con il voto in commissione Affari Costituzionali sul parere da fornire alla relazione programmatica sulla partecipazione dell’Italia all’Unione Europea, è emersa l’idea chiara e condivisa che serva un cambio di passo netto sul fronte dell’immigrazione e delle politiche da attuare in questo senso. La commissione ha infatti approvato un testo che chiede al Governo un rafforzamento delle frontiere e contrasto ai flussi migratori, l’impegno a disincentivare le partenze e a creare appositi centri per la verifica dei requisiti necessari, una politica migratoria dell’UE che vincoli tutti i Paesi alla redistribuzione e che soprattutto metta di fronte alle proprie responsabilità di accoglienza gli Stati di bandiera delle navi europee che effettuano operazioni di salvataggio in mare. A fronte di questo documento, la nostra considerazione politica è che il Parlamento abbia espresso la chiara volontà di cambiare passo ed intraprendere una strada che la Lega traccia da tempo.L’esecutivo dovrà tenere conto di questo parere della prima commissione ed auspichiamo agisca di conseguenza, nell’interesse del Paese e della sicurezza dei cittadini”.

Lo rendono noto i senatori della Lega componenti della commissione Affari Costituzionali: Luigi Augussori (Capogruppo), Roberto Calderoli, Ugo Grassi, Alessandra Riccardi e Daisy Pirovano.

Sezione: Politica italiana / Data: Gio 16 settembre 2021 alle 14:20
Autore: Christian Pravatà / Twitter: @Christianpravat
vedi letture
Print