"Ho presentato un'interrogazione ai ministri dell'Interno e della Difesa perché chiariscano i contorni di una inaccettabile decisione presa ai danni dei cittadini veronesi e del loro sacrosanto diritto alla sicurezza. Spieghino con urgenza come mai, 10 militari sui 27 appartenenti all'operazione "Strade sicure" sono recentemente stati dirottati dalle loro postazioni in Piazza Erbe, Piazza Bra e Porta Borsari e in altri siti della città, addirittura in Sicilia, a Caltanissetta per incrementare il contingente preposto alla sorveglianza del Centro di Accoglienza e del Cara della città siciliana. Gli italiani, in questo caso i veronesi, non possono pagare l'incapacità, il pressappochismo, l'incertezza e la colpevole sottovalutazione che questo governo riserva al fenomeno dell'immigrazione clandestina.

Con forza quindi chiediamo che si rettifichi questa sciagurata decisione, soprattutto per rispetto dei veronesi, che non possono essere considerati cittadini di serie B o di secondo piano rispetto a chi arriva illegalmente e senza titolo nel nostro Paese".

Così i senatori veronesi della Lega Poalo Tosato, primo firmatario della interrogazione, e Cristiano Zuliani.

Sezione: Politica italiana / Data: Gio 06 agosto 2020 alle 22:00
Autore: Luca Cavallero
Vedi letture
Print