“L’Unione europea non è un fortino e quindi non può autorizzare, o ancora peggio organizzare, respingimenti illegali e di massa ai suoi confini esterni. Il diritto di asilo è garantito dalla convenzione di Ginevra del 1951 e dal protocollo del 1967 sullo status dei rifugiati. Ci aspettiamo dunque che la proposta di misure temporanee nel settore dell'asilo e del rimpatrio, annunciata ieri dal Presidente della Commissione europea Ursula Von der Leyen, sia rispettosa dei Trattati europei e del diritto internazionale che va difeso e non indebolito. La strada da seguire è quella tracciata dal Parlamento europeo che oggi approva una coraggiosa proposta di iniziativa legislativa per introdurre nuovi canali legali per la migrazione, compresa la migrazione economica verso l’UE. Per affrontare le sfide demografiche ed economiche attuali e per un'Europa più forte e competitiva abbiamo bisogno dell'immigrazione legale e della tutela dei diritti fondamentali. Fra le nuove norme proposte c’è anche il periodo di grazia concesso ai lavoratori migranti che, se sfruttati, potrebbero lasciare il datore di lavoro e trovarne uno nuovo, senza perdere il permesso di lavoro e senza dover rischiare di lasciare l’UE”, così Laura Ferrara, europarlamentare del Movimento 5 Stelle, in una nota.

Sezione: Politica italiana / Data: Mer 24 novembre 2021 alle 15:50
Autore: Christian Pravatà / Twitter: @Christianpravat
vedi letture
Print