“A un anno dalla sua presentazione, il nuovo Patto europeo sulla immigrazione e asilo è già relegato in un binario morto dall’incapacità degli Stati membri di prendere decisioni coraggiose e unitarie sul tema immigrazione. Alle richieste di solidarietà giunte dall’Italia e da tutti i Paesi mediterranei sono corrisposte solo pacche sulle spalle, un atteggiamento che ricorda molto l’ipocrisia che il nostro Paese ha subìto durante i cinque anni della Commissione Juncker. Questi ritardi e questi annunci sono contrari a quanto sancito nei Trattati stessi. Ha fatto bene dunque il Ministro dell'Interno, Luciana Lamorgese, a chiedere oggi fatti e non parole durante l’incontro con il vice presidente della Commissione europea, Margaritis Schinas. Servono ricollocamenti automatici e obbligatori o altrimenti l’Unione europea rischia di abdicare alle sue responsabilità”, così Laura Ferrara, europarlamentare del Movimento 5 Stelle, in una nota.

Sezione: Politica italiana / Data: Lun 20 settembre 2021 alle 20:20
Autore: Christian Pravatà / Twitter: @Christianpravat
vedi letture
Print