"Un messaggio deve essere espresso chiaramente: chi non ha diritto di rimanere in Italia deve tornare nel proprio paese. Con la Tunisia ci sono degli accordi per il rimpatrio e dobbiamo lavorare su quelli. Inoltre con il sindaco Carmina e con il ministero dell'Interno stiamo lavorando per ridurre la pressione sul Comune di Porto Empedocle e per affrontare questa emergenza garantendo la massima sicurezza dei cittadini". A dirlo è Vito Crimi a margine dell'incontro con il sindaco di Porto Empedocle e alcuni parlamentari del Movimento.

Il capo politico del Movimento 5 Stelle e viceministro dell'Interno poi aggiunge: "Troveremo delle soluzioni anche rispetto alla questione sanitaria rispetto ai casi delle persone che sin state trovate positive al Covid. Massima solidarietà al sindaco di Porto Empedocle. Sono venuto qui per capire quali soluzioni adottare di fronte a all'emergenza costituita dagli sbarchi di migranti, che arrivano in particolare dalla Tunisia".

Sezione: Politica italiana / Data: Ven 31 luglio 2020 alle 20:10
Autore: Ivan Filannino
Vedi letture
Print