“Il premier albanese Edi Rama conferma i nostri dubbi, il centro per migranti in Albania sarà un flop. Le nostre critiche non nascono solo dai più elementari diritti fondamentali che vengono negati, ma anche dall’incompatibilità fra la gestione di un centro fuori dai confini europei con le norme europee previste dal nuovo Patto asilo e migrazione. La politica degli hotpost non funziona, non rallenta le partenze e drena solo risorse preziose che pagano i contribuenti.

Anziché ispirarsi a questo modello l’Unione europea investa di più per rimuovere le cause delle migrazioni forzate e promuova vie legali di accesso che rappresentano l’unica vera soluzione per fermare le traversate della speranza e per chiudere questi lager chiamati hotspot che sviliscono l’essere umano. Dobbiamo smettere di vivere l’immigrazione come emergenza ma capire che è un opportunità per le nostre imprese e per i nostri conti pubblici, quindi va gestita con flussi legali e processi di integrazione rapidi”, così in una nota Ugo Biggeri, candidato circoscrizione Nord-Est alle elezioni europee per il Movimento 5 Stelle. 

Sezione: Politica italiana / Data: Ven 24 maggio 2024 alle 11:45
Autore: Redazione Milano
vedi letture
Print