“Torna ad Augusta il barcone del tragico naufragio del 2015, che costò la vita a oltre 700 migranti e fu recuperato su decisione dell’allora presidente del Consiglio Renzi. Se quelle centinaia di morti hanno ricevuto una sepoltura, lo si deve al Governo Renzi e all’impegno della Marina Militare. Una vera e propria impresa, raccontata nel docufilm ‘Come è profondo il mare’ trasmesso da Sky, con la Rai come al solito assente quando c’è da fare servizio pubblico”. Lo scrive su Facebook il deputato di Italia Viva e segretario della commissione di Vigilanza Rai, Michele Anzaldi.  

“Proprio in quel barcone fu ritrovato – prosegue Anzaldi – il corpo del bambino migrante dal Mali con la pagella cucita nella tasca. E’ bene ricordarlo a chi oggi sembra aver dimenticato i meriti degli anni di governo di centrosinistra. Dopo essere stato anche alla Biennale di Venezia, ora il relitto diventa monumento e simbolo presso il Giardino della memoria e il Museo dei diritti di Augusta. Tg e informazione Rai, ancora una volta, assenti”.

Sezione: Politica italiana / Data: Mer 21 aprile 2021 alle 19:20
Autore: Christian Pravatà / Twitter: @Christianpravat
Vedi letture
Print