Giorgia Meloni, leader di Fratelli d'Italia, ha rilasciato un'intervista al Corriere della Sera. Ecco alcuni passaggi. "Il documento del premier COnte sugli Stati Generali è una tavola sinottica, una roba dove ci sono i titoli delle cose da fare. Punto. E' una roba vaghissima. Per esempio: c'è il titolo 'Futuro delle imprese'. Ma, sotto, lo svolgimento si riduce a una parola sola: 'Aggregazioni'. Boh, che vorrà dire?"

La Meloni, poi, parla del possibile incontro a Palazzo Chigi non ancora fissato. "Forse perché il premier ci avrebbe voluto incontrare separatamente, noi, la Lega, Forza Italia, magari con l'idea di spaccare il centrodestra, ma subito gli abbiamo detto che noi all'incontro andremo compatti e tutti insieme. Così, stiamo ancora aspettando".

Capitolo governo. "E' un governo di irresponsabili, vogliamo dirlo? Con l'Italia che rischia un'ecatombe occupazionale mentre loro sfornano un decreto dopo l'altro. Decreto Dignità, Rilancio, Semplificazioni, Cura Italia: tanti nomi diversi come i sette nani. Parole, propaganda e però niente fatti. Intanto, c'è gente che da marzo ancora non ha preso i soldi della cassa integrazione".

La manifestazione di ieri. "È stata una manifestazione responsabile: gente seduta, distanziata, con le mascherine. Una piazza a numero chiuso, con gli inviti contingentati per il rischio contagio. Ma il rischio contagio evidentemente c'è solo quando si fa una manifestazione contro il governo, non quando vanno in piazza i centri sociali, le sardine.... Ieri gridavano Elezioni. Noi vogliamo le politiche, l'Election Day". 

Sezione: Politica italiana / Data: Dom 05 luglio 2020 alle 12:00
Autore: Giovanni Spinazzola
Vedi letture
Print