"Non si è capito perché in questi due anni il Governo Conte non abbia fatto sostanzialmente nulla per revocare la concessione ad Aspi e per mettere a gara, come Fratelli d'Italia crede vada fatto, la concessione secondo le regole vagamente decenti". Lo dichiara la leader di Fratelli d'Italia Giorgia Meloni a margine della visita al cantiere del nuovo ponte di Genova. "Leggo questa mattina un'intervista al presidente del Consiglio Conte che condivido per buona parte, se non fosse che Conte ha in mano il dossier Aspi da 2 anni. Invece, uno legge l'intervista e sembra quella di un premier 'nuovo' ".

"Vedere privati seduti sul pozzo di petrolio di un'infrastruttura pubblica costruita con soldi degli italiani in regime di sostanziale monopolio e senza neanche l'obbligo contrattuale di dover fare delle cose e di avere un nocumento quando le cose non vengono fatte, è intollerabile e francamente fa un po' sorridere l'intervista del premier Conte", dice Meloni.
"Non è normale che Conte faccia delle interviste anticipando le decisioni del Consiglio dei Ministri su una società quotata in borsa, che infatti sta crollando, dimostra che al Governo interessa più apparire che fare", commenta.

Sezione: Politica italiana / Data: Lun 13 luglio 2020 alle 12:50
Autore: Christian Pravatà / Twitter: @Christianpravat
Vedi letture
Print