“Oggi può essere un momento differente, siamo in vista di elezioni Europee decisive perché per la prima volta il risultato di tali elezioni potrebbe porre fine a maggioranze innaturali e controproducenti. E’ ora di alzare la posta. Noi Conservatori europei siamo il motore ed i protagonisti del Rinascimento del nostro Continente”. Lo ha dichiarato il presidente del Consiglio, leader di Fratelli d'Italia e del gruppo dei Conservatori e riformisti (Ecr)  al Parlamento europeo, Giorgia Meloni collegandosi alla convention “Viva Europa 2024”, a Madrid, organizzata dal partito di destra spagnolo Vox e al gruppo Ecr.

“Caro Santiago, abbiamo iniziato il nostro percorso comune al Parlamento europeo nel 2019. E da allora, i nostri percorsi politici sono sempre stati molto simili. Fin dal primo momento hanno cercato di disprezzarci. Hanno cercato di isolarci, hanno cercato di dividerci. E hanno finito per rafforzarci”, ha aggiunto il premier italiano.

Meloni ha sottolineato come la “la legislatura europea 2019-2024 è stata caratterizzata da priorità e strategie erronee”. “L’Europa è un Continente stanco, sottomesso e viziato – ha proseguito rilevato  -. Un Continente che ha pensato di poter scambiare l’identità con l’ideologia, la libertà con la comodità, e che oggi paga inevitabilmente il prezzo delle sue scelte. Ma non tutto è perduto. Quando la storia chiama, quelli come noi non si tirano indietro”.

“Noi vogliamo e possiamo costruire una Unione europea differente e migliore di quella attuale", ha ribadito Meloni, sottolineando: “l’Unione europea che abbiamo in mente deve recuperare l’orgoglio della sua storia e della sua identità”. “Difenderemo i nostri agricoltori, i nostri pescatori, la nostra industria manifatturiera, la nostra Piccola e media impresa da attacchi senza precedenti”, ha aggiunto. 

Sul tema della maternità surrogata, Meloni ha detto: “Ci opporremo a chi vuole mettere in discussione la famiglia come pilastro della nostra società, a chi vuole introdurre le teorie gender nelle scuole, a chi vuole promuovere pratiche disumane come la maternità surrogata. Perché nessuno mi convincerà che si possa chiamare progresso permettere a uomini ricchi di comprare i corpi di donne povere, o di scegliere i loro figli come se fossero prodotti di un supermercato. Questo non è progresso, è oscurantismo. Sono orgogliosa che il Parlamento italiano stia discutendo, su proposta di Fratelli d’Italia, una legge che vuole rendere la maternità surrogata un reato universale", ha concluso. 

Sezione: Politica italiana / Data: Dom 19 maggio 2024 alle 16:00
Autore: Tommaso Di Caprio
vedi letture
Print