Salita sul palco in piazza del Popolo per la manifestazione del Centrodestra a Roma, Giorgia Meloni, leader di Fratelli d'Italia, dice: "Grazie per aver rinunciato al mare, per aver voluto esserci. Avremmo potuto dire nulla ma mettere solo insieme due immagini: loro chiusi nella loro villa, nel Palazzo, e noi, il popolo, in mezzo alla gente, in Piazza e per questo che facciamo paura".

Giorgia Meloni poi aggiunge: "Non ci farete trasformare le mascherine in bavagli, non abbiamo paura".

Nuovo attacco al Governo quando dice: "I decreti di Conte ricordano il trivial pursuit, quando uno chiede i nomi dei sette nani, hanno nomi bellissimi, rilancio, ma poi uno se li scorda...Se Conte vuole che ci confrontiamo ci mandi proposte concrete da discutere, idee, se ce le hanno, ma forse non le hanno. La verità è che non hanno uno straccio di idee per la nazione. Avete chiuso le scuole, i tribunali, perfino il Parlamento e non eravate in grado di regolare la burocrazia? Non è colpa della burocrazia, ma colpa vostra che non siete stati capaci di fermarla".

La leader di Fratelli d'Italia parla poi della magistratura: "C'è una parte della magistratura che si vuole sostituire alla politica: nessuno ha mai indagato ministri per favoreggiamento di immigrazione clandestina. C'è una parte della giustizia che ha perseguitato Berlusconi sino a farlo decadere. Quanto deve durare? Serve una riforma della giustizia, basta, basta".

E sui migranti: "Anche stavolta, per questo governo, il clandestino viene prima di tutto, prima degli italiani, secondo le regole del politically correct. Combattono la violenza contro le donne, ma se il violentatore è un clandestino viene prima lui. Con la sanatoria del governo verranno regolarizzati tutti i clandestini".

Sezione: Politica italiana / Data: Sab 04 luglio 2020 alle 11:19
Autore: Ivan Filannino
Vedi letture
Print