"E' sotto gli occhi di tutti quello che sta accadendo nella maggioranza; sta usando il metodo più antico del mondo: 'divide et impera'. Puntano a separare l'avversario, per rafforzarsi; io confido che non ci facciamo strumentalizzare; la verità in tutta questa storia" è "che noi uniti facciamo paura. Non cadiamo nella loro trappola. La sensazione netta è che a loro non interessi il dialogo ma spaccare la nostra coalizione. L'obiettivo è separare Fi da Fdi e dalla Lega". Così Giorgia Meloni su La Stampa. Tra Berlusconi e Salvini, aggiunge, "non mi infilo nel merito dei singoli fatti, si rischia di peggiorare la situazione. Da donna so che quando gli animi sono particolarmente accesi è meglio far abbassare la temperatura, aspettare che sbolliscano. Poi io sono convinta che Berlusconi sia una persona così intelligente che non si farà strumentalizzare dalla sinistra. Non l'ha fatto finora e non credo che accadrà questa volta".
"Bisogna capire qual è il punto di caduta - osserva Meloni - noi sappiamo che gli italiani vogliono vederci insieme e si aspettano un'alternativa forte a questo governo. Quanto ai deputati che si muovono da un gruppo all'altro, è accaduto a tutti di prenderli e di perderli. Ci sono pure dinamiche nel territorio, non amplificherei la questione".
"Morra deve andare a casa subito, non è una persona degna di rappresentare le istituzioni, soprattutto una commissione così importante come l'Antimafia - conclude parlando delle affermazioni dell'esponente 5S su Jole Santelli - si immagini la reazione che avrebbe avuto la sinistra se una cosa così grave l'avessi detta io, avrebbero chiesto di portarmi via con la Celere".

Sezione: Politica italiana / Data: Sab 21 novembre 2020 alle 10:00
Autore: Christian Pravatà / Twitter: @Christianpravat
Vedi letture
Print