Oltre a Michele Emiliano "c'è un altro pugliese da mandare a casa, si chiama Giuseppe Conte perché le risposte che stiamo vedendo a livello nazionale non vanno bene". Lo ha detto Giorgia Meloni, leader di Fratelli d'Italia, durante la conferenza stampa a Bari di presentazione di Raffaele Fitto, candidato del centrodestra alla presidenza della Regione Puglia. "Noi - ha proseguito - abbiamo votato 80 miliardi di scostamento di bilancio indebitando i nostri figli perché c'era da dare risposta all'emergenza Covid e poi ci ritroviamo ne i decreti del governo le consulenze per i ministeri, 100mila euro per i biglietti aerei per andare a Dubai, 30 milioni per velocizzare le pratiche per regolarizzare gli immigrati clandestini anziché velocizzare le pratiche per la cassa integrazione. Centoventi milioni di bonus monopattino, mentre sui disabili c'erano 50 milioni di euro. Vallo a spiegare ai pendolari che devono andare a lavorare con il monopattino. Vogliono dialogare con noi? Ma noi vogliamo parlare di cose serie. C'erano solo tre cose da fare: difendere i posti di lavoro, aiutare le imprese a non chiudere, ridurre le tasse" ha aggiunto.

"Anche durante l'emergenza Covid Michele Emiliano ha dimostrato la sua debolezza. Il sistema sanitario non ha funzionato: è la regione al Sud con più decessi ed è la regione dove si sono fatti meno tamponi".

"Ticket Fitto-Altieri? Non si è mai parlato di ticket". "Sul fatto che la Lega possa esprimere il vicepresidente in Puglia siamo favorevoli e disponibili, ma noi non abbiamo mai parlato di ticket, abbiamo parlato di una ipotesi di vicepresidente".

"Alle donne vanno garantite pari opportunità di partenza, ma - lo dico da donna che guida un partito - sono contraria alle quote in politica. Le donne non sono dei panda, penso che il merito vada sempre garantito e non lo si fa con le quote".

Sezione: Politica italiana / Data: Mer 24 giugno 2020 alle 13:20
Autore: Christian Pravatà / Twitter: @Christianpravat
Vedi letture
Print