La leader di Fratelli d’Italia Giorgia Meloni è intervenuta oggi ai microfoni di Sky TG 24: “Il decreto agosto? La sintesi è nella proposta fatta da Fratelli d'Italia: la proroga del blocco dei licenziamenti doveva essere accompagnata dalla proroga dei pagamenti della cassa integrazione. Non si possono lasciare le aziende, che sono in ginocchio, senza venire loro incontro. La proroga dello stato di emergenza non difende la salute degli italiani, ma serve a difendere la salute del governo", attacca, sottolineando che sul virus "circolavano fake news". Poi precisa: "Le mascherine sono una cosa, il bavaglio è un'altra”.

“In tutta questa vicenda del Covid, devo ricordare che noi abbiamo votato per due volte lo scostamento di bilancio, abbiamo messo a disposizione 80 miliardi di euro che indebitano tutti, compresi i nostri figli - sottolinea Meloni -. Su questi come opposizione non è stata accettata alcuna proposta: non è normale. Sono stati dilapidati con cose che nulla avevano a che fare con la crisi. Fdi - ha aggiunto - proponeva anche l’unificazione degli anni fiscali del 2020 e del 2021, pagare le tasse nel giugno 2021”.

“Nell’Italia di oggi gli imprenditori stanno spesso in condizioni drammatiche come i loro dipendenti, non esiste più lo scontro padrone-lavoratore”, dichiara la leader di Fdi, per poi proseguire: “Sul fronte del sostegno alle imprese, si sarebbe potuto fare molto di più anche a costo zero: dai voucher alla sospensione del decreto dignità, all’allentamento di una politica tributaria molto aggressiva del governo. Continuiamo a far scendere il tetto del contante, in Austria e Germania non esiste. Con questo governo diventa tutto difficile”, ha concluso.

Sezione: Politica italiana / Data: Gio 06 agosto 2020 alle 16:20
Autore: Alessandra Stefanelli
Vedi letture
Print