Il Covid-19 "limita le nostre libertà, non gli strumenti e le regole per sconfiggerlo". Lo ha dichiarato il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, nel corso della cerimonia del Ventaglio. Il capo del Quirinale ha poi aggiunto: "La pandemia non è ancora alle nostre spalle. Il virus è mutato e si sta rivelando ancora più contagioso. Più si prolunga il tempo della sua ampia circolazione, più frequenti e pericolose possono essere le sue mutazioni. Soltanto grazie ai vaccini siamo in grado di contenerlo. Il vaccino non ci rende invulnerabili ma riduce grandemente la possibilità di contrarre il virus, la sua circolazione e la sua pericolosità. Per queste ragioni la vaccinazione è un dovere morale e civico".
 

Sezione: Politica italiana / Data: Mer 28 luglio 2021 alle 22:10
Autore: Veronica Mandalà / Twitter: @very_mandi
vedi letture
Print