"Come alla nascita della Repubblica, nel 1946, per il capo dello Stato serve oggi "un nuovo inizio. Superando divisioni che avevano lacerato il Paese". Anche allora "forze politiche, che erano divise, distanti e contrapposte su molti punti, trovavano il modo di collaborare nella redazione della nostra Costituzione, convergendo nella condivisione di valori e principi su cui fondare la nostra democrazia". "Mi permetto di invitare, ancora una volta, a trovare le tante ragioni di uno sforzo comune, che non attenua le differenze di posizione politica né la diversità dei ruoli istituzionali", ha ribadito il presidente della Repubblica.

Sezione: Politica italiana / Data: Mar 02 giugno 2020 alle 07:23 / Fonte: skytg24
Autore: Politica News Redazione
Vedi letture
Print