"Non ricevevo così tanta attenzione e tante chiamate dai tempi della Dc prima e dell’Udeur dopo. Se il telefonino mio e quello di mia moglie potessero parlare...".

Lo diceal Corriere della Sera il sindaco di Benevento appena rieletto, Clemente Mastella.

"Sindaci, amministratori locali di ogni tipo, parlamentari anche della Lega che scrivono a mia moglie 'Sandra, avremmo dovuto sostenerlo, Clemente' - afferma. E non avete visto niente. Stavolta mi metto davvero a rifare il Centro come si deve. In Campania ho più di centomila voti. A tenermi basso, a mezzo milione in Italia arrivo senza problemi. Faccio un’iniziativa nazionale a Roma tra novembre e dicembre. Chi viene viene. E vedrete quanti verranno - aggiunge. E su Calenda e Renzi, dice: "Sono i benvenuti. Come è benvenuto chiunque voglia rifare il Centro vero. Poi, attenzione, se Calenda si mette a dire 'ah Mastella è il vecchio e io sono il giovane', allora se ne può stare a casa. Io non imploro nessuno ma sono pronto ad accogliere tutti. Senza ‘sta puzza sotto il naso o ‘sta presunzione di superiorità che hanno in tanti, a parole, nel Pd e nel centrosinistra di oggi".

Sezione: Politica italiana / Data: Mer 20 ottobre 2021 alle 10:50
Autore: Simone Gioia
vedi letture
Print