Zingaretti? “Credo che ci voglia un atteggiamento di maggiore spinta, si deve stare dentro questa maggioranza da protagonista, senza subire questa alleanza. Pretendo che il mio partito e il mio segretario siano protagonisti e dettino l'agenda”. Lo dice a Rai Radio1, ospite di Un Giorno da Pecora, Andrea Marcucci, capogruppo PD al Senato. Cosa ne pensa dell'ipotesi del Congresso Pd nel 2023? “Assolutamente no. Secondo me dovrebbe esser fatto dopo le amministrative, partendo entro la fine dell’anno”. E quando si terranno, a suo avviso, le elezioni amministrative? “Secondo me si fanno o a luglio o a settembre”, ha detto Marcucci a Rai Radio1. 

Arcuri? “Ha fatto il suo dovere, anche se ci sono alcune questioni da chiarire il mio giudizio su di lui è complessivamente positivo. Oggi cambiano anche le dinamiche, serve un cambio di strategia, e quindi ci sta che venga sostituito”.

Giuseppe Conte capo M5S? “Non mi dispiace, ha dato una svolta moderata al Movimento, credo che a loro faccia bene. Conte ha fatto una scelta di campo, rispetterà quel ruolo lì. Non credo potrebbe fare il premier di una coalizione giallorossa in futuro. A regola di briscola, almeno, dovrebbe esser così”. Lo dice a Rai Radio1, ospite di Un Giorno da Pecora, Andrea Marcucci, capogruppo PD al Senato.

Sezione: Politica italiana / Data: Mar 02 marzo 2021 alle 15:50
Autore: Christian Pravatà / Twitter: @Christianpravat
Vedi letture
Print