È polemica attorno a Carlo Ciccioli, presidente del gruppo Fratelli d'Italia Regione Marche. Già protagonista qualche giorno fa di una dichiarazione discutibile ("Il padre deve dare le regole - ha dichiarato - la madre deve accudire"), oggi Ciccioli è tornato alla ribalta per alcune parole parole pronunciate da Ciccioli durante la presentazione di una proposta di legge regionale del partito per "dare un quadro di riferimento normativo unitario sui temi della famiglia, della genitorialità e della natalità", primo firmatario Marco Ausili: una proposta, avevano spiegato gli esponenti di Fdi, per "tutelare la famiglia e rinsaldare le fondamenta sulle quali si basa sostenendo la natalità e la genitorialità". Nell'occasione, Ciccioli ha rimarcato la distinzione dei due ruoli genitoriali, padre e madre appunto: "Senza una di queste figure i bambini possono zoppicare andando avanti nella vita. - ha osservato - Queste cose si studiano in psicoanalisi".

Alle polemiche che sono scaturite subito dopo le sue dichiarazioni, Ciccioli ha replicato con un post su Facebook: "Ennesimo attacco becero e strumentale da parte del Pd nei confronti miei e di Fratelli d'Italia! Privo ormai di argomentazioni spendibili il Partito democratico è costretto a queste manipolazioni senza fondamento. La verità è che io ho parlato di famiglia come nucleo fondante della nostra società e delle figure genitoriali dal punto di vista psicoanalitico, cioè simbolico. Invece di discutere nel merito di una proposta di legge utile a tutte le famiglie marchigiane, si decontestualizza completamente la mia analisi, senza portare a nulla di costruttivo!".

Sezione: Politica italiana / Data: Mer 24 febbraio 2021 alle 17:40
Autore: Alessandra Stefanelli
Vedi letture
Print