“La battaglia che portiamo avanti da tempo per la tutela dei lavoratori fragili prosegue con la Legge di bilancio”. 

Lo dichiara la deputata di Italia Viva Lisa Noja, che spiega: “Abbiamo presentato e segnalato come prioritario un emendamento che estende al 31 gennaio la misura già prevista fino a metà ottobre che consentiva ai lavoratori immunodepressi, con patologie oncologiche o con disabilità grave di usufruire di assenze lavorative, se non possano svolgere attività in smartworking perché incompatibile con la loro tipologia di lavoro. Inoltre, il nostro emendamento chiarisce che i periodi di assenza non possono essere conteggiati nel calcolo del periodo di comporto, così da evitare il rischio paradossale che i lavoratori fragili possano essere licenziati per superamento dei limiti massimi di astensione lavorativa per malattia”.

“Confidiamo che stavolta il Governo accoglierà la nostra richiesta e condividerà questa proposta emendativa perché la tutela dei lavoratori fragili è un dovere assoluto. Sarebbe inaccettabile - conclude -, mentre si invitano le persone più a rischio a proteggersi dal Covid-19, non metterle in condizioni di farlo, costringendole a scegliere tra lavoro e salute”.

Sezione: Politica italiana / Data: Ven 04 dicembre 2020 alle 21:45
Autore: Redazione PN
Vedi letture
Print