"Coloro che non possono permettersi di pagare le visite che accertino la propria invalidità vanno sostenuti senza ‘se’ e senza ‘ma’. Per questo motivo, ho presentato un ulteriore emendamento alla Legge di Bilancio per istituire un fondo di 5 milioni annui per l'intero triennio 2024-26 al fine di esentare i più fragili dai pagamenti relativi alle operazioni peritali volte ad accertare uno stato di invalidità (Legge 104/92)". Lo scrive in una nota Orfeo Mazzella, Capogruppo del Movimento 5 Stelle in Commissione Affari Sociali.



"È una misura necessaria per venire incontro ai veri poveri di questo Paese che recano un ISEE inferiore agli 11mila euro e che, a causa di inabilità, riscontrano anche una maggiore difficoltà nell’accesso al mondo del lavoro - aggiunge -. Ad oggi queste persone sono costrette a sborsare ingenti quantità di denaro per ottenere certificati e documentazioni necessarie per accertare la connessa invalidità. Tutto ciò è inaccettabile. Come Movimento 5 Stelle vogliamo continuare a dimostrare di essere dalla parte dei più deboli e dei fragili. Questa proposta rema in direzione di decine di migliaia di italiani in difficoltà. Non vogliamo uno Stato assistenzialista ma uno stato giusto che cammina insieme a chi soffre".

Sezione: Politica italiana / Data: Mar 28 novembre 2023 alle 18:20
Autore: Redazione Centrale
vedi letture
Print