"La legge di bilancio giunge in un periodo di straordinaria complessità, segnato da crisi di portata eccezionale, compresa la guerra in Ucraina e la tensione tra Israele e Palestina, con l'impennata dei prezzi delle materie prime e dei costi energetici, aggravata dall'inflazione. Le ultime due leggi di bilancio che l'Italia ha  adottato sono giuste e avvedute. In quest'ultima manovra da 28 miliardi di euro, metà sono per alleggerire la pressione fiscale. Ritengo significativo fornire a chi guadagna circa 35.000 euro lordi con lavoro dipendente, un aumento di circa 150 euro netti al mese grazie alla riduzione del cuneo fiscale. Altrettanto rilevante è il taglio dell'IRPEF, che secondo dati della Banca d'Italia, permetterà di dare 600 euro in più all'anno a tre famiglie su quattro. Inoltre la nostra battaglia per incrementare le pensioni minime, trascurate per vent'anni, è stato un impegno concreto. In soli 14 mesi, le abbiamo elevate da 540 euro a 620 euro, aiutando chiaramente le persone in situazione di indigenza. Inoltre, in un contesto complesso, riduciamo le tasse, ma al contempo affrontiamo con chiarezza due questioni cruciali: la sanità, con un finanziamento di 5 miliardi di euro, e la revisione delle pensioni. L'attenzione è posta sulla necessità di non perdere migliaia di medici e quindi stralceremo i medici perché rappresentano un caso particolare ma l'allineamento verso il sistema contributivo per la pubblica amministrazione è un tema che dobbiamo affrontare con determinazione. Mi dispiace per i gufi ma l'Italia all'estero è vista come un paese solido e serio, con un governo stabile e un'ampia maggioranza che procede senza esitazioni. Le agenzie di rating ci hanno premiato, riconoscendo che, pur con una sfida sul debito pubblico, abbiamo fondamentali economici ordinati. In un contesto europeo complicato, con instabilità politica in paesi come la Spagna, problemi economici in Francia e Germania ed una prospettiva politica complessa in Olanda, l'Italia si presenta come un paese che intraprende iniziative serie ed economicamente sagge. Siamo consapevoli di dover affrontare il problema del debito pubblico ereditato, ma ci muoviamo con responsabilità e consapevolezza. Mi dispiace per chi propaga un quadro diverso della situazione".

Così a Sky Agenda, Alessandro Cattaneo, deputato  e responsabile dei dipartimenti di Forza Italia.

Sezione: Politica italiana / Data: Dom 26 novembre 2023 alle 22:00
Autore: Redazione PN
vedi letture
Print