Le norme riguardanti il mantenimento dell'ordine pubblico "rimangono invariate", e l'Italia continua a essere un "Paese maturo e democratico", afferma il ministro dell'Interno, Matteo Piantedosi, in risposta alle critiche per l'uso dei manganelli contro gli studenti a Pisa e Firenze, considerato un "fallimento" anche dal presidente della Repubblica Sergio Mattarella. Piantedosi ribadisce la sua condivisione delle parole del Capo dello Stato e assicura che "anche in questa occasione non ci sottrarremo alle valutazioni" sull'accaduto. Tuttavia, sottolinea la necessità di "evitare che singoli incidenti, seppur gravi, vengano strumentalizzati da qualcuno per distorte rappresentazioni della realtà".

In un'intervista al Corriere della Sera, il ministro dell'Interno spiega di aver discusso della situazione con Mattarella, affermando: "Condivido le sue parole, così come fanno tutti i poliziotti. Auspichiamo sempre che le manifestazioni pubbliche si svolgano pacificamente e senza incidenti". Aggiunge, tuttavia, che la collaborazione dei manifestanti è "fondamentale in tale contesto".

Sezione: Politica italiana / Data: Dom 25 febbraio 2024 alle 10:15
Autore: Redazione Milano
vedi letture
Print