"Dopo l’ondata di gelo che nelle notti del 7 e 8 aprile scorso ha devastato in modo irrecuperabile le coltivazioni agricole nel settore ortofrutticolo e anche cerealicolo di gran parte del nostro paese, il governo dichiari lo stato di emergenza ed assegni risorse certe al fine di sostenere da subito gli agricoltori colpiti da questa imprevedibile e gravissima calamità naturale: persi raccolti di kiwi e albicocche al 95%, susine al 90%, mele al 70% mirtilli e piccoli frutti al 60%; un vero dramma. Ora subito proposte a sostegno: occorre far accedere tutte le aziende colpite al Fondo di solidarietà nazionale, derogando come in precedenza, in modo tale che potrà essere esteso nell’immediato anche per imprese agricole non coperte da polizze assicurative; estendere la Cigd (cassa integrazione guadagni in deroga Covid), solo per agricoli, anche alla causale “avversità atmosferiche estreme"; infine modificare la normativa su calamità (legge 223/1991) che offre teoricamente tutele ma come recita un emendamento al decreto Sostegni presentato dalla Lega qui in Senato così come concepita non funziona".

Così il senatore della Lega Giorgio Maria Bergesio.

Sezione: Politica italiana / Data: Mer 21 aprile 2021 alle 21:20
Autore: Christian Pravatà / Twitter: @Christianpravat
Vedi letture
Print