"Eccole. Le due facce del ministro Salvini e della sua Lega: da una parte il patriottico “lasciamoli lavorare” rivolto agli imprenditori italiani, a chi produce; dall’altra la solita campagna d’odio nei confronti dei lavoratori migranti, anche se indispensabili per il sistema produttivo del nostro Paese. Questo è ciò che sta succedendo in questi giorni con Fincantieri a Monfalcone, in Friuli, la città d’Italia con la più alta percentuale di stranieri". Lo scrive su X il segretario di Più Europa, Riccardo Magi.

"Da una parte una città in cui l'apporto dei lavoratori stranieri è una realtà essenziale per il colosso della cantieristica italiana Fincantieri che impiega stranieri per più dell’80% della manodopera necessaria a costruire le grandi navi da crociera - sottolinea Magi -; dall’altra la destra e la sindaca leghista che, negando la realtà, continuano a esacerbare e a fomentare la paura del diverso, dell’immigrato, dello straniero arrivando addirittura a vietare con un’ordinanza le preghiere presso il centro islamico locale".

"L’apporto dei lavoratori stranieri al nostro sistema produttivo è necessario per la nostra economia: lo dicono gli imprenditori e lo diceva il Def del ministro Giorgetti sconfessando la retorica leghista. Per quanto tempo ancora Salvini e Meloni continueranno a negare l’evidenza?", conclude.

Sezione: Politica italiana / Data: Lun 12 febbraio 2024 alle 14:20
Autore: Veronica Mandalà / Twitter: @very_mandi
vedi letture
Print