"Noi non stiamo zitti. E ieri sera nella piazza di Casteldaccia lo abbiamo ribadito, unendo la nostra voce a quella di tanti cittadini onesti, associazioni antimafia, la comunità religiosa, le imprese. Proprio su quella piazza, pochi giorni fa, il nostro Davide Aiello è stato aggredito fisicamente e verbalmente. La sua colpa? Quella di aver denunciato anche in Parlamento il voto di scambio in occasione delle amministrative del 2018 nel Comune palermitano. Davide ha scelto di non stare zitto. Di non voltarsi dall’altra parte. E noi siamo al suo fianco, non arretriamo di un millimetro e continuiamo a portare avanti le nostre battaglie contro le mafie, la corruzione, l’illegalità. Contro tutti quelli che ci dicono di stare zitti”.
Lo scrive il MoVimento 5 Stelle sulla sua pagina Facebook.

Sezione: Politica italiana / Data: Sab 19 giugno 2021 alle 18:15
Autore: Christian Pravatà / Twitter: @Christianpravat
vedi letture
Print