"L'impianto del disegno di legge ci lascia perplessi, ma ancora più perplessità le desta la modalità di erogazione del fondo sovrano alle aziende che hanno solo la sede legale in Italia. Se vogliamo tutelare davvero le produzioni italiane le misure di sostegno e valorizzazione dovrebbero essere erogate a chi realmente produce in Italia e ha nel nostro Paese delle sedi operative".  
Lo dichiara la deputata di Italia Viva Maria Elena Boschi, presentatrice di un emendamento al ddl Made in Italy
"Non basta avere un ufficio in Italia se poi la produzione è altrove. Non ci sarebbero i controlli sui criteri e il rispetto delle norme sui requisiti dei prodotti.

Così non si tutelano le eccellenze, le produzioni, e tantomeno i livelli occupazionali italiani. Con la proposta del governo si finanzieranno, invece, attività che hanno gli impianti di produzione fuori dall'Italia e che magari sono in concorrenza con le aziende realmente italiane". "È evidente che questa maggioranza ha a cuore la salvaguardia del Made in Italy quando parla nelle piazze per la campagna elettorale, mentre quando si tratta di spendere i soldi del contribuente fa tutto tranne che tutelare le eccellenze italiane", conclude.

Sezione: Politica italiana / Data: Mer 06 dicembre 2023 alle 13:20
Autore: Redazione PN
vedi letture
Print