"Purtroppo ci tocca constatare che il nostro paese è costretto a nuove restrizioni anche per via di alcuni settori dove si è lavorato poco. La ministra De Micheli da giorni minimizza, ma quello del trasporto pubblico rimane un problema da affrontare. La questione è cruciale: Regioni e città si muovono ognuna in maniera diversa, i controlli sono pressoché inesistenti ovunque e le circostanze di assembramento persistono. Anche stamane, sono decine e decine le segnalazioni di caos arrivateci durante l'ora di punta. Non ci si può trincerare dietro al fisiologico calo dei flussi di passeggeri: urge un tavolo subito" . Così in una nota i senatori M5s in commissione Lavori Pubblici e Trasporti. "Abbiamo proposto alla ministra la scorsa settimana di ricorrere anche ad operatori privati, ovunque sia possibile, al fine di potenziare il servizio. Dal Mit però non è arrivata neanche una parola, nonostante la nostra ampia disponibilità. Non si possono chiedere dolorosi sacrifici ad alcune categorie produttive, e poi vedere al mattino ancora treni pieni di pendolari o autobus con persone tutte ravvicinate. Così non può andare: sono troppe le situazioni di pericolosità legate al Tpl. E' necessario mettersi al lavoro, e subito: la situazione è difficile, e la ministra è bene che si lasci aiutare. Siamo a completa disposizione".

Sezione: Politica italiana / Data: Lun 26 ottobre 2020 alle 16:30
Autore: Rosa Doro
Vedi letture
Print