Ai microfoni di ‘Fuori dal coro’, in onda su Rete4, è intervenuta la leader di Fratelli d’Italia Giorgia Meloni: “Gli Stati Generali? Non mi è arrivato l’invito, io non ho capito bene che cosa siano e mi pare che ci sia enorme confusione. Se mi si dice parliamo del futuro mentre sono stati stanziati miliardi che gravano sul futuro dei nostri figli io ne voglio parlare in Parlamento. Questo governo prima va a casa e ci permette di votare e meglio è”.

Lei vuole collaborare con questo governo?
“Noi abbiamo fatto delle proposte, ma non ci ascoltano. L’election day? In Italia votare è diventato irrealistico, io penso che siano pazzi coloro che la democrazia la vogliono negare. Il governo è in grado di reggere tre anni con questa maggioranza? Io dico di no. Magari le elezioni non le vinco io, ma se decide il popolo io lo rispetto. Stiamo affrontando un’emergenza con un governo che durante una pandemia sta cambiando la legge elettorale perché con il proporzionale se si andasse a votare vincerebbe il centrodestra. Sono ottimista sul fatto che tutto il centrodestra arriverà compatto alle elezioni”.

Le elezioni a settembre?
“Io non sono ottimista sul fatto che il governo Conte cada perché chi lo sostiene non ha minimo di coerenza. Sicuramente le elezioni regionali possono essere una grande occasione. Il governo non dovrebbe temerci perché i sondaggi dicono che Conte è leader di gradimento, allora dico ‘Andiamo a votare’, tanto vince Conte”.

Il MES?
“Se non ci fossero le sfumature saremmo un unico partito. L’unica differenza sostanziale che c’è tra noi e i nostri alleati è il MES che io penso per l’Italia non sia nulla di positivo e continuo a dirlo perché voglio che venga messo agli atti che avevo avvertito sulla possibilità che qualcuno possa venire a mettere bocca a casa nostra. Spero che terremo una posizione unica sugli Stati Generali”.

La riduzione del contante?
“È una stupidaggine, lo è sempre stata. Il tetto massimo al contante è l’ennesimo favore fatto alle banche, i dati dimostrano che non serve a combattere l’evasione, soprattutto perché confiniamo con Stati che non hanno alcun tetto al contante. Mi sembra tutto assolutamente sbagliato. Sono d’accordo con Colao invece sulla sospensione del decreto dignità che avevamo proposto tre mesi fa”.

Lei è per il blocco navale?
“Sempre. Abbiamo un decreto rilancio che non rilancia un bel niente in Italia ma rilancia l’attività degli scafisti. Almeno una cosa l’hanno rilanciata…”.

Vacanze in Italia?
“Assolutamente sì. Può essere l’occasione per riscoprire dei luoghi, anche perché non ci aiuteranno gli stranieri. Se aspettiamo i bonus del governo sul turismo la vedo male”.

Sezione: Politica italiana / Data: Mar 09 giugno 2020 alle 22:18
Autore: Alessandra Stefanelli
Vedi letture
Print